Agricoltura, emergenza maltempo e non solo.

Agricoltura, emergenza maltempo e non solo.

Scritto da il 4 Ago, 2014 in News | 0 commenti

 

Emergenza maltempo
Pioggia, grandine, bombe d’acqua, sembra un bollettino di guerra del quale i quotidiani di questi giorni riportano una fedele cronaca. come la  “Repubblica” del 25 luglio dove ad impensierire il settore era solo l’anomalo andamento delle temperature e il possibile pregiudizio alle coltivazioni di cereali e di frutta. Poi il peggioramento climatico in molte aree del Paese è del 27 luglio il pezzo sull’ “Avvenire” che tentadi stilare  un primo bilancio dei danni, che potrebbe raggiungere la quota di un miliardo di euro.

Si continua nei giorni seguenti con il dettaglio delle coltivazioni più danneggiate, come meloni e cocomeri dei quali parla “Nuova Ferrara” o degli ortaggi e cereali dei quali scrive il “Gazzettino” del 29 luglio. In Lombardia,  la perdita potrebbe riguardare il 60% delle produzioni agricole, secondo una breve notizia riportata da “Libero” il giorno seguente.  “Il Sole 24 Ore” infine, presenta una mappa delle aree interessate dal maltempo e che si estende dalla Lombardia alle Marche.

Ancora frodi
Pioggia e crisi di mercato non fermano truffe, frodi e falsificazioni a spese dei prodotti agroalimentari, che per fortuna vengono scoperte e messe in luce dalle attività di controllo. Così per l’olio di oliva triplicano i sequestri di prodotto contraffatto, come si apprende da una breve nota del “Corriere dell’Umbria” del 25 luglio, argomento che ritroviamo nello stesso giorno con maggiori dettagli sulla “Gazzetta del Mezzogiorno” e su “Repubblica”. Per contrastare le frodi a danno dell’olio di oliva, prodotto fra i più bersagliati dalle contraffazioni, si pensa all’introduzione di etichette “intelligenti”, proposta commentata il 26 luglio da “Il Sole 24 Ore”.

 

News

Oro Campania

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi